Commenti

8 Ottobre 2019

Emmanuel Hauptmann

RAM Active Investments RAM (Lux) Systematic Funds - Long/Short Emerging Markets Equities funds Maxime Botti Partner & Senior Systematic Equity Fund Manager

Il RAM (Lux) Systematic Funds - Long/Short Emerging Markets Equities Fund ha ceduto lo 0,60%* (classe I USD al netto delle commissioni) a settembre. Il rimbalzo dei rendimenti obbligazionari ad inizio settembre (i rendimenti del decennale USA sono passati dall'1,46% all'1,66%, con andamenti analoghi in tutti i mercati sviluppati) ha provocato una significativa rotazione nei mercati azionari mondiali. La correzione registrata dalla strategia Momentum è correlata a una marcata riduzione della leva finanziaria da parte di numerosi operatori del mercato ed è stata accompagnata da ingenti ricoperture.Le politiche monetarie hanno continuato a dettare l'umore del mercato, con otto Banche centrali dei paesi sviluppati su dieci riunitesi durante il mese di settembre. Solo la BCE, la Fed e la Banca Centrale Australiana hanno ridotto i loro tassi ufficiali. La performance del Fondo ha risentito dell'effetto combinato tra le nostre strategie short e la significativa sottoperformance dell'approccio Momentum. La componente Momentum ha evidenziato la performance relativa più debole sia sulle posizioni long che su quelle short dopo che la percezione di una fase di calma nelle tensioni commerciali tra USA e Cina ha placato i timori del mercato circa il rallentamento dell'economia, favorendo la ripresa dei rendimenti obbligazionari. Il risultato è stato un recupero dei titoli Value e il passo falso della strategia Momentum. Sul fronte positivo, la componente Short Quality ha sottoperformato il mercato, riuscendo a generare un livello consistente di alfa, ma altrove sia la componente Short Value sia quella Momentum hanno eroso il risultato. Le scelte accorte operate in Corea del Sud e Taiwan nel nostro portafoglio long si sono rivelate estremamente proficue, al pari delle posizioni long in Brasile e Sud Africa. Viceversa, le posizioni short in Australia (materiali e beni di prima necessità) hanno penalizzato il risultato, poiché entrambi i settori hanno registrato performance molto positive. A livello settoriale, le posizioni long sui titoli dei settori finanziario e IT hanno generato un alfa elevato, ma siamo stati penalizzati dalle posizioni short sui titoli industriali e dei materiali. 

*Fonte: RAM Active Investments