Commenti

8 Ottobre 2019

Emmanuel Hauptmann

Il RAM (Lux) Systematic Funds - Global Sustainable Income Equities Fund ha chiuso il mese di settembre in rialzo del 2,99%* (classe Ip USD al netto delle commissioni), sottoperformando l'indice MSCI World High DY TRN, che ha guadagnato il 3,41%. Il rimbalzo dei rendimenti obbligazionari ad inizio settembre (i rendimenti del decennale USA sono passati dall'1,46% all'1,66%, con andamenti analoghi in tutti i mercati sviluppati) ha provocato una significativa rotazione nei mercati azionari mondiali. I titoli momentum e a bassa volatilità sono stati interessati da un'improvvisa inversione dei flussi di investimento. Le politiche monetarie hanno continuato a dettare l'umore del mercato, con otto Banche centrali dei paesi sviluppati su dieci riunitesi durante il mese di settembre. Solo la BCE, la Fed e la Banca Centrale Australiana hanno ridotto i loro tassi ufficiali, ma anche la forward guidance delle altre Banche Centrali conferma un atteggiamento accomodante nei mesi a venire a fronte del continuo peggioramento delle prospettive economiche mondiali. Su altri versanti, a metà del mese il prezzo del greggio ha subito un'impennata in seguito all'attacco con droni sferrato contro gli impianti petroliferi sauditi. Per quanto riguarda lo stato di salute dell'economia, i dati relativi al settore manifatturiero, sui cui ha pesato la guerra commerciale sino-statunitense, hanno registrato la contrazione più forte e geograficamente diffusa degli ultimi sei anni. Le perdite del portafoglio sono state contenute grazie ai titoli statunitensi dei comparti della salute e dell'IT e a quelli canadesi del comparto finanziario che hanno sovraperformato i nostri modelli nel corso del mese, mentre il sottopeso sui materiali ha contribuito ad arginare le perdite. Abbiamo risentito anche della selezione in Asia, dove lo stock picking dei titoli della salute e industriali giapponesi ha annullato il contributo positivo del nostro sovrappeso. Sul fronte positivo, la selezione europea ha generato alfa in Svezia e nel Regno Unito. In Svezia il consistente sottopeso relativo si è rivelato utile, mentre la selezione di titoli nel settore finanziario ha contribuito a trainare i rendimenti. 

*Fonte: RAM Active Investments