Commenti

I tassi imprimono slancio ai mercati del credito

11 Aprile 2019

Ani Deshmukh

RAM Active Investments RAM (Lux) Tactical Funds II - Asia Bond Total Return

Commento sui mercati

Marzo è stato caratterizzato da un ulteriore calo dei tassi, dovuto all'orientamento accomodante delle banche centrali. Nel corso del mese la BCE ha ridotto le proprie previsioni di crescita per il 2019, spingendo al ribasso i Bund rispetto ai livelli di fine febbraio. Anche la Fed ha diffuso previsioni decisamente accomodanti per i tassi onshore negli Stati Uniti, sottolineando i livelli d'inflazione persistentemente più bassi e una moderata riduzione delle proprie prospettive di crescita. Il ritmo della riduzione del bilancio della Fed è stato inoltre modificato e la fine del Quantitative tightening (QT) è ora prevista per settembre 2019. Queste modifiche delle previsioni della banca centrale hanno causato la netta flessione dei tassi d'interesse e il 27 marzo il rendimento del Treasury USA a 10 anni è sceso a un minimo del 2,37% causando un'inversione della curva, prima di risalire all'attuale 2,49%. Il dollaro ha invece resistito malgrado le previsioni di un calo, il che può essere dovuto a nostro avviso all'indebolimento delle prospettive di crescita globale, che hanno inciso negativamente sui mercati emergenti, e alle persistenti preoccupazioni legate all'area euro e alla Brexit, che hanno penalizzato l'euro. Gli indicatori economici globali hanno continuato a manifestare scarso vigore e i dati iniziali sulle esportazioni hanno registrato una marcata flessione da inizio anno. Gli indici PMI sono rimasti deboli, accentuando i timori sulle aspettative di crescita per il resto del 2019.

 Tendenze delle esportazioni dei mercati emergenti di Asia e Cina

Tendenze delle esportazioni dei mercati emergenti di Asia e Cina

Commento sul portafoglio

Riteniamo che l'attuale contesto di mercato presenti una dicotomia: i mercati del credito godono del supporto tecnico dei tassi più bassi e del sostegno della politica monetaria, mentre il rallentamento della crescita e i timori politici a livello regionale continuano a pesare sui fondamentali. È probabile che nel primo semestre dell'esercizio 2019 i bilanci e gli utili societari risentano dell'impatto del rallentamento della crescita e gli indici di copertura dei crediti potrebbero pertanto deteriorarsi. Si spera tuttavia che misure politiche, soprattutto in Cina, creino un quadro accomodante che consenta alla crescita di riprendere a salire nel secondo semestre del 2019. Per quanto riguarda le obbligazioni, i tassi più bassi sono favorevoli in quanto l'attività dei mercati primari sarà a nostro avviso sostenuta dagli emittenti che intendono rifinanziare il proprio debito e assicurarsi ulteriori finanziamenti. È tuttavia probabile che a metà anno si manifestino pressioni sulla crescita e sui flussi di cassa, e di conseguenza è difficile che le valutazioni del credito asiatico continuino a salire.

Per quanto riguarda il posizionamento, nel corso del primo trimestre abbiamo incrementato la duration del portafoglio viste le mutate previsioni sui tassi. La duration del Fondo è pari a 3,9 anni, in aumento rispetto a 2,6 anni di fine2018. Ci attendiamo che i tassi statunitensi a lungo termine rimangano stabili tenuto conto sia del netto mutamento dei dati che delle prospettive della Fed, e prevediamo pertanto di incrementare la duration del portafoglio rispetto al 2018. Restiamo poco propensi a investire in obbligazioni che esibiscono oscillazioni dei prezzi eccessive, specialmente nel comparto high yield.

La società di gestione del fondo ha nominato Nexus Investment Advisors Limited, soggetta all'attività di vigilanza della Securities and Futures Commission (SFC) di Hong Kong, quale gestore degli investimenti per RAM (Lux) Tactical Funds II - Asia Bond Total Return Fund.

* Fonte: Nexus Investment Advisors Limited