Commenti

15 Marzo 2019

Thomas de Saint-Seine

Dopo la marcata sovraperformance di gennaio, il RAM (Lux) Systematic Funds - Global Sustainable Income Equities Fund ha guadagnato l'1,46%* (classe Ip USD al netto delle commissioni), sottoperformando l'indice MSCI World High DY TRN, che ha reso il 3,09%. A febbraio i mercati azionari globali hanno messo a segno una performance brillante sulla scia del rialzo di gennaio. Il dietrofront della Federal Reserve da dicembre ha continuato a sostenere le azioni, consentendo ai listini di proseguire la loro ascesa per il secondo mese consecutivo. La sottoperformance mensile del Fondo, in netto contrasto con il risultato di gennaio, è imputabile al continuo rimbalzo dei titoli di qualità inferiore e ad alto beta, la cui performance non trova alcuna giustificazione nei fondamentali. Questo contesto ha penalizzato le nostre posizioni generatrici di reddito e basso rischio, come pure il nostro orientamento intrinseco verso i titoli di alta qualità, mentre i modelli mirati alla ricerca di rendimento hanno dato risultati soddisfacenti. Il modello europeo ha giocato un ruolo centrale nella sottoperformance, a cui hanno contribuito in misura significativa anche le selezioni nel Regno Unito e in Francia. Abbiamo inoltre accusato perdite per via del debole stock picking nel nostro modello nordamericano, con contributi negativi provenienti sia dagli Stati Uniti (energia) che dal Canada (beni voluttuari). Sul versante positivo, la selezione in Germania si è dimostrata vantaggiosa, grazie ai guadagni generati dai titoli dei beni voluttuari. In termini settoriali, sul risultato hanno pesato soprattutto l'energia e la finanza, nonostante il solido contributo apportato dai titoli finanziari statunitensi; abbiamo inoltre subito perdite significative nel Regno Unito. La performance è stata notevolmente penalizzata anche dalle posizioni nell'energia e dal sottopeso sul settore. Sul fronte positivo, le posizioni nei beni voluttuari hanno compensato l'impatto negativo del sovrappeso sul settore, generando alfa.

*Fonte: RAM Active Investments