Commenti

15 Marzo 2019

Thomas de Saint-Seine

RAM (LUX) SYSTEMATIC FUNDS – LONG/SHORT GLOBAL EQUITIES

Il RAM (Lux) Systematic Funds - Long/Short Global Equities Fund ha ceduto l'1,68%* (classe PI USD al netto delle commissioni) a febbraio. Il dietrofront della Federal Reserve da dicembre ha continuato a sostenere le azioni globali, consentendo ai listini di proseguire la loro ascesa per il secondo mese consecutivo. Il risultato negativo del Fondo durante il mese è imputabile al continuo rimbalzo dei titoli di qualità inferiore e ad alto beta, la cui performance non trova alcuna giustificazione nei fondamentali. Questo persistente clima di propensione al rischio ha continuato a sostenere in misura significativa le azioni, rivelandosi controproducente per gli investitori orientati ai fondamentali, poiché la dispersione tra titoli validi e non si è ridotta notevolmente. Abbiamo tuttavia messo a segno risultati decisamente migliori rispetto ad altri gestori operanti in questo segmento, poiché abbiamo attuato una gestione più controllata dei ribassi. Nel complesso a febbraio siamo stati penalizzati su entrambi i lati del portafoglio. Le nostre strategie short hanno sovraperformato il mercato, con la componente Value che ha lievemente superato la componente Momentum. Sul versante long, la strategia Momentum ha evidenziato la migliore performance relativa, mentre la Value ha dato il contributo peggiore. Il nostro approccio beta neutral ha prodotto risultati ammirevoli durante le fasi di deleveraging del quarto trimestre, ma il 2019 si è rivelato più impegnativo per il Fondo. Rimane la domanda: quanto durerà la sottoperformance dei titoli value a bassa volatilità? Gli osservatori di mercato nutrono dubbi crescenti riguardo ai differenziali di valutazione storici tra le diverse regioni. I fondi RAM sono ben posizionati per beneficiare di una ripresa delle società che evidenziano caratteristiche di scarsa volatilità e una situazione patrimoniale solida.

* Fonte: RAM Active Investments