Commenti

Febbraio 2019 - Quando gli eccessi di mercato creano opportunità per le nostre strategie - Commenti Dei Gestori Systematic

18 Marzo 2019

Thomas de Saint-Seine

1. Dal Deleveraging al rally dei titoli Low Quality: non è una situazione inedita sui mercati e generalmente anticipa ritorni positivi per le nostre strategie Long Short.

Negli ultimi 6 mesi i mercati azionari globali hanno attraversato due fasi distinte che si sono rivelate una sfida per gli stock picker fondamentali.

- La prima parte (ottobre e novembre), è stata caratterizzata da un'elevata volatilità e da una fase di deleveraging durante la quale il mercato ha assistito ad un intenso processo di sell off.

- Nella seconda parte (gennaio e febbraio), il comportamento del mercato è stato opposto: rimbalzo totalmente non selettivo, con titoli di "bassa qualità" acquistati a scapito di titoli di "qualità", in un clima di ricoperture di breve termine.

I titoli ad alto P/E hanno sovraperformato i titoli a basso P/E
Dalla tabella sottostante emergono chiaramente le differenze di performance. Nello specifico, il Momentum ed il trading agnostico dai dati fondamentali hanno continuato a funzionare bene a livello globale, supportati dall'azione accomodante delle banche centrali.

I titoli ad alto P/E hanno sovraperformato i titoli a basso P/E

Fonte: Bloomberg & RAM Active Investments. La tabella considera le migliori metriche P/E nelle varie regioni filtrando le azioni con un P/E inferiore a 15x rispetto a quelle superiori a 25x. Filtri applicati: Capitalizzazione di mercato > $1Mld, dati al 7 Marzo 2019.

Il contesto attuale è particolarmente complesso, con performance dei singoli titoli difficilmente giustificabili dai fondamentali sottostanti. Tuttavia, questo tipo situazione è relativamente comune dopo la fine di un sell off importante e il conseguente rimbalzo nel mercato sottostante.
La conseguenza?
Le inefficienze sul mercato sono oggi molto significative: se la storia è una “guida” per il futuro, gli utili e i fondamentali aziendali dovrebbero alla fine prevalere e questo potrebbe accadere più a breve che a lungo termine, data l'entità della divergenza.

In passato abbiamo assistito a condizioni di mercato altrettanto impegnative e questo non ha alterato i nostri obiettivi di rendimento a lungo termine: periodi come questi li abbiamo già vissuti e sia le nostre strategie long che quelle short hanno nell’immediato futuro hanno saputo generare alfa significativi, riuscendo a recuperare rapidamente le perdite in contesti di elevata dispersione.

Ogni volta che abbiamo osservato 4 mesi di rendimenti cumulati negativi sul nostro comparto Long/Short European Equity Fund, i nostri rendimenti medi sono stati del +3,2% nei 3 mesi successivi e del +5,1% nei 6 mesi successivi (vedi grafico sotto).

Nota importante: prima di marzo 2009, le performance sono basate su un back-test calcolato su un modello ipotetico. La performance del Back-test è calcolata utilizzando sottostrategie di rendimento calcolate sulla base di portafogli di modelli simulati riequilibrati mensilmente su proiezioni di investimenti azionari in RAM. L'allocazione definita delle sottostrategie sul lato lungo e corto può non rappresentare l'esatto contributo delle strategie nel portafoglio reale. A partire da marzo 2009, RAM Long/Short European Equities Strategy mostra la performance al netto della commissione della RAM L/S European Equities Fund Class-I di dicembre 2011 (1,5% della commissione di gestione + 20% della commissione di performance) e del RAM Absolute Return Fund prima di dicembre 2011.  Il RAM Absolute Return Fund ha seguito la stessa precisa strategia di investimento all'interno di un veicolo Cayman (1,75% della commissione di gestione +20% della commissione di performance) prima di essere convertito in un OICVM.

2. Quando il mercato ignora il valore delle small cap nei Mercati Emergenti

Negli ultimi tre anni, sui Mercati Emergenti gli investitori hanno premiato le società ad alta capitalizzazione rispetto a quelle a bassa capitalizzazione, con un Delta mai visto prima dalla crisi finanziaria asiatica del 1998. La storia ci dice che questa situazione rappresenta un interessante punto di ingresso per gli investitori alla ricerca di un vero e proprio approccio all-cap per investire nella Region. L’alta probabilità di un'inversione di tendenza positiva nei prossimi trimestri per le small e mid-cap rispetto alle loro controparti large cap, ci rende fiduciosi che la nostra strategia sia ben posizionata per produrre una sovraperformance significativa e assicurare diversificazione nei portafogli.

Rolling 3 yrs perf delta

Fonte: RAM Active Investments al 28.02.2019, MSCI indices

Di seguito potete accedere direttamente ai commenti sulla gestione dei fondi:

European Equities

Emerging Markets Equities

Emerging Markets Core Equities

North American Equities

Global Sustainable Income Equities

Long /Short European Equities Fund

Long/Short Emerging Markets Equities

Long/Short Global Equities