Commenti

7 Novembre 2019

Emmanuel Hauptmann

RAM Active Investments RAM (Lux) Systematic Funds -Emerging Markets Equities

Il RAM (Lux) Systematic Funds – Emerging Markets Equities Fund ha conseguito un rendimento del 3,98* (classe Ip USD al netto delle commissioni), con una performance in linea con l'indice MSCI Emerging Markets TRN$, che ha guadagnato il 4,22%. L'apparente allentamento delle tensioni tra Stati Uniti e Cina e l'ottimismo sulla Brexit hanno continuato a spingere al rialzo gli asset rischiosi, tuttavia una serie di indicatori macroeconomici deboli ha offuscato il clima di fiducia a ottobre, Nonostante i segnali indicanti che la debolezza causata dalla spinta protezionistica si sta diffondendo al di là del settore manifatturiero, gettando un'ombra sul contesto di crescita globale, i mercati hanno preferito concentrarsi sulle misure di sostegno adottate dalle banche centrali. Pesi massimi dei mercati emergenti come la Cina e l'India hanno offerto un saggio di quale sia lo stato di salute della loro economia, in particolare la Cina, dove il comparto manifatturiero si è contratto per il sesto mese consecutivo. La Fed ha tagliato di nuovo i tassi d'interesse di un quarto di punto e ha segnalato che la situazione della politica monetaria rispecchia esattamente l'orientamento delle autorità centrali. La questione fondamentale per gli investitori è se l'indebolimento dei dati economici possa giustificare la migliore performance delle azioni dei mercati emergenti. Dal punto di vista della strategia, le nostre componenti Value e GARP/Momentum hanno registrato i migliori risultati, mentre a pesare è stata ovviamente la strategia Defensive, nonché la componente Machine Learning. Una performance positiva è giunta dalle posizioni della strategia Momentum nei titoli cinesi (servizi di comunicazione) e sudafricani (beni voluttuari), al pari del sottopeso relativo su questi ultimi. La nostra selettività, soprattutto nei settori ciclici a beta elevato come i servizi di comunicazione e l'informatica, è stata fortemente positiva per il Fondo quest'anno. Per contro, i titoli sudcoreani continuano a frenare le nostre strategie; la posizione di relativo sovrappeso sull'industria si rivela estremamente sfavorevole a causa del persistere della correzione del settore dei chip e delle controversie commerciali globali. A livello settoriale, i servizi di comunicazione hanno recuperato le perdite del mese scorso, mentre i titoli del comparto dei beni voluttuari hanno impresso ulteriore slancio ai rendimenti. Per contro, abbiamo registrato perdite imputabili al nostro sovrappeso relativo sull'industria e sull'immobiliare.

*Fonte: RAM Active Investments