Commenti

8 Ottobre 2019

Emmanuel Hauptmann

RAM Active Investments RAM (Lux) Systematic Funds - Long/Short European Equities Maxime Botti Partner & Senior Systematic Equity Fund Manager

Il RAM (Lux) Systematic Funds - Long/Short European Equities Fund ha ceduto lo 0,62%* (classe I EUR al netto delle commissioni) nel mese di settembre. Il rimbalzo dei rendimenti obbligazionari ad inizio settembre (i rendimenti del decennale USA sono passati dall'1,46% all'1,66%, con andamenti analoghi in tutti i mercati sviluppati) ha provocato una significativa rotazione nei mercati azionari mondiali. I titoli momentum e a bassa volatilità sono stati interessati da un'improvvisa inversione dei flussi di investimento. Le politiche monetarie hanno continuato a dettare l'umore del mercato, con otto Banche centrali dei paesi sviluppati su dieci riunitesi durante il mese di settembre. Solo la BCE, la Fed e la Banca Centrale Australiana hanno ridotto i loro tassi ufficiali, ma anche la forward guidance delle altre Banche Centrali conferma un atteggiamento accomodante nei mesi a venire a fronte del continuo peggioramento delle prospettive economiche mondiali. La BCE ha annunciato un nuovo programma di Quantitative Easing che prevede acquisti netti di attività al ritmo mensile di 20 miliardi di euro per tutto il tempo che riterrà necessario. A livello di strategie, alla componente Momentum è ascrivibile il maggior contributo negativo (su entrambi i versanti del portafoglio) e, nell'ambito della componente long, anche la strategia Defensive/Low Vol ha sottoperformato. Su altri versanti, le componenti Value e Machine Learning hanno messo a segno buone performance, generando alfa in fase di rialzo del mercato. Sul fronte delle strategie short, a parte le traversie dell'approccio Momentum, anche le componenti più a breve termine hanno sottoperformato, mentre la strategia Value ha evidenziato una buona tenuta e ha generato alfa nel corso del mese. In termini geografici, le posizioni long nel Regno Unito sono state premianti, così come lo stock picking sul mercato francese, su entrambi i lati del portafoglio. Anche le posizioni lunghe in Svizzera hanno fornito un elevato livello di alfa, anche se la performance qui è stata erosa dalle posizioni short sui titoli farmaceutici. Le buone performance generate dalle posizioni long nei titoli industriali tedeschi sono state più che controbilanciate dall'apporto negativo delle strategie short. In termini settoriali, le posizioni short su materiali e industria hanno gravato pesantemente sulla performance, mentre le posizioni lunghe sui settori finanziario e dei beni voluttuari hanno giovato al risultato. 

*Fonte: RAM Active Investments