Commenti

2 Luglio 2019

Emmanuel Hauptmann

RAM Active Investments  RAM (Lux) Systematic Funds - North American Equities Maxime Botti Partner & Senior Systematic Equity Fund Manage

Il fondo RAM (Lux) Systematic Funds - North American Equities Fund ha chiuso il mese in rialzo del +6,55%* (classe PI USD al netto delle commissioni), sottoperformando l'indice MSCI North America TRN$, in progresso del +6,93%. La Fed ha rafforzato le attese degli investitori riguardo a un taglio dei tassi d'interesse nel corso di quest'anno, favorendo un deciso rialzo delle azioni che ha portato l'indice MSCI North America a toccare nuovi massimi. L'eliminazione dell'aggettivo "paziente" dalla dichiarazione della Fed è bastata per spingere i mercati statunitensi ancora più in alto: i titoli tecnologici hanno sovraperformato il mercato nel suo complesso e vi sono stati guadagni robusti anche per i titoli large cap difensivi, che distribuiscono dividendi elevati. La dichiarazione della Fed ha inoltre spinto al ribasso i rendimenti dei Treasury, con il decennale al di sotto del 2,0% per la prima volta dal 2016. Nel mentre, le small e mid cap hanno naturalmente sottoperformato le omologhe large cap. Il crescente ottimismo degli investitori riguardo alla controversia commerciale fra Stati Uniti e Cina ha anch'esso contribuito a sostenere le azioni domestiche. Con un rally di questa natura (ossia non riconducibile ai fondamentali), i nostri modelli non sono riusciti a tenere il passo con un mercato supportato quasi esclusivamente dalle Banche Centrali. Come prevedibile, i settori maggiormente favoriti dall'atteggiamento accomodante della Fed hanno segnato forti rialzi, e sia finanziari (banche, immobiliari) che IT (semiconduttori, hardware) hanno registrato un mese positivo. L'ampio sottopeso mantenuto dal Fondo sui settori immobiliare e industriale (aeronautica e difesa) ha contribuito a mitigare le perdite subite in altre aree.

*Fonte: RAM Active Investments