Commenti

30 Aprile 2019

Emmanuel Hauptmann

RAM (LUX) SYSTEMATIC FUNDS – LONG/SHORT GLOBAL EQUITIES

Il RAM (Lux) Systematic Funds - Long/Short Global Equities Fund ha fatto segnare un -0,98%* (classe PI USD al netto delle commissioni) nel mese di aprile. Il vigore dei mercati di inizio 2019 è proseguito anche ad aprile, portando le azioni globali su nuovi massimi, in particolare negli Stati Uniti. L'apparente longevità dell'attuale ciclo economico, alimentata in parte dal tono accomodante delle banche centrali, l'assenza di volatilità e la stagione dei risultati superiore alle attese hanno creato un contesto ideale per la performance degli asset rischiosi. Mentre l'accordo commerciale USA/Cina è passato in secondo piano, gli investitori hanno continuato a cavalcare il rally slegato dai fondamentali, creando un contesto sfavorevole alla performance per le nostre strategie long e short. In linea generale, i nostri modelli short hanno dato il peggior apporto alla performance durante il mese, poiché gli spread creditizi globali si sono ristretti (tornando in linea con i livelli del 2017), provocando una riduzione delle pressioni finanziarie sugli emittenti di titoli ciclici, con un alto livello di indebitamento o un andamento negativo dei cash flow. Questi titoli di bassa qualità hanno messo a segno una solida performance da inizio anno, e aprile non ha fatto eccezione. In termini di strategie, il modello long GARP/Momentum ha messo a segno la migliore performance mensile, seguito da Defensive, mentre il nostro approccio Value ha stentato in un contesto di crescita. Sul versante short, abbiamo generato un alfa significativo con la componente Momentum, mentre la strategia Value ha segnato il passo. A livello geografico, abbiamo generato alfa su ambo i lati del portafoglio negli Stati Uniti e nel Canada, e beneficiato di una sovraperformance delle posizioni long in Norvegia. Sul fronte negativo, il peggior contributo relativo durante il mese è giunto dal Giappone, su entrambi i lati del portafoglio. Dal punto di vista settoriale, le posizioni long nella finanza hanno contribuito positivamente, al pari delle short in Sanità. Per contro, le posizioni corte nell'industria e nell'informatica hanno gravato notevolmente sul risultato, erodendo i nostri guadagni.

 * Fonte: RAM Active Investments