Commenti

8 Ottobre 2019

Emmanuel Hauptmann

RAM Active Investments RAM (Lux) Systematic Funds -Emerging Markets Equities

Il RAM (Lux) Systematic Funds – Emerging Markets Equities Fund ha conseguito un rendimento dell'1,31%* (classe Ip USD al netto delle commissioni), sottoperformando l'indice MSCI Emerging Markets TRN$, che ha guadagnato l'1,91%. A settembre i mercati emergenti hanno sottoperformato quelli sviluppati, soprattutto per la continua incertezza commerciale e politica. Le politiche monetarie dei principali mercati sviluppati hanno continuato a dettare l'umore del mercato a settembre, con otto banche centrali su dieci riunitesi durante il mese. Le politiche monetarie hanno continuato a dettare l'umore del mercato, con otto Banche centrali dei paesi sviluppati su dieci riunitesi durante il mese di settembre. Solo la BCE, la Fed e la Banca Centrale Australiana hanno ridotto i loro tassi ufficiali, ma anche la forward guidance delle altre Banche Centrali conferma un atteggiamento accomodante nei mesi a venire a fronte del continuo peggioramento delle prospettive economiche mondiali. Su altri versanti, a metà del mese il prezzo del greggio ha subito un'impennata in seguito all'attacco con droni sferrato contro gli impianti petroliferi sauditi. Per quanto riguarda lo stato di salute dell'economia, i dati relativi al settore manifatturiero, sui cui ha pesato la guerra commerciale sino-statunitense, hanno registrato la contrazione più forte e geograficamente diffusa degli ultimi sei anni. L'andamento del Fondo ha risentito della significativa sottoperformance della strategia Momentum. La percezione di una fase di calma nelle tensioni commerciali tra USA e Cina ha placato i timori del mercato circa il rallentamento dell'economia, favorendo la ripresa dei rendimenti obbligazionari. Il risultato è stato un recupero dei titoli Value e il passo falso della strategia Momentum. In termini di strategie, gli approcci Momentum e Machine Learning sono stati i fanalini di coda del mese, mentre l'approccio Defensive è rimasto sostanzialmente in linea con l'indice e lo stile Value ha sovraperformato il resto del mercato. La selezione dei titoli in Thailandia e Corea del Sud (principalmente con l'approccio Momentum) ha fornito il maggior contributo negativo alla performance; il settore IT sudcoreano è stato particolarmente deludente poiché il mercato ha evitato i titoli a bassa volatilità. Sul fronte positivo, i titoli cinesi e australiani del settore dei beni voluttuari hanno trainato la performance. A livello settoriale, i titoli ciclici hanno registrato un forte rally, mentre i difensivi hanno segnato il passo. I principali contributi negativi sono giunti dai titoli industriali, dell'IT e dei servizi di comunicazione, mentre i settori della salute e dei beni voluttuari hanno generato una performance positiva. 

*Fonte: RAM Active Investments