Commenti

2 Luglio 2019

Emmanuel Hauptmann

RAM Active Investments RAM (Lux) Systematic Funds - Long/Short European Equities Maxime Botti Partner & Senior Systematic Equity Fund Manager

Il fondo RAM (Lux) Systematic Funds - Long/Short European Equities Fund ha reso il -0,03%* (classe I EUR al netto delle commissioni) a giugno. I mercati europei hanno accolto con favore i toni accomodanti delle Banche Centrali mondiali: l’atteggiamento “dovish” della BCE e l’atteso taglio dei tassi di interesse della Fed hanno contribuito ad alimentare il rialzo del mercato, cui hanno partecipato quasi tutti i settori. Le tensioni sul piano commerciale, l'indecisione politica e il rallentamento della crescita sono tutti fattori che hanno afflitto i mercati mondiali in vari momenti del 2019 e continuano a incombere, nonostante le borse europee registrino un progresso del 16% da inizio anno. Nulla riflette meglio l'incongruenza fra la realtà economica (scenario macro in deterioramento, con l'indice PMI tedesco in calo per il sesto mese consecutivo e quello britannico crollato al livello più basso da sei anni) e la performance degli asset rischiosi. Questo scollamento crea opportunità diffuse e quindi un ampio potenziale di rialzo nel nostro approccio beta neutral, con un'abbondanza di titoli che fanno presagire livelli di alfa interessanti per le nostre strategie long e short, se gli investitori torneranno a rivolgere lo sguardo verso i fondamentali delle società. Mentre la strategia Value ha continuato a soffrire, la componente Momentum ha generato buoni risultati sul versante long, compensando in parte le perdite. Per noi un approccio diversificato in termini di strategia e posizionamento è essenziale per generare sovraperformance in un orizzonte di medio-lungo periodo, quando l'andamento del mercato è dettato dai fondamentali e non dal linguaggio delle Banche Centrali. Poiché i titoli di qualità inferiore hanno registrato un andamento migliore (o quantomeno analogo) rispetto a quelli di alta qualità, le nostre strategie short hanno pesato sulla performance, in quanto i titoli in questione sono stati oggetto di "short squeeze". Per quanto concerne le strategie short, le componenti Machine Learning (ML) e Quality hanno fatto segnare un risultato relativo deludente, tuttavia, l'alfa generato dalla strategia Short Value ha dato sostegno alla performance complessiva. A livello settoriale, la selezione titoli nei comparti finanziario e industriale si è rivelata favorevole, come pure quella nel segmento dei beni voluttuari. Altri contributi sono poi giunti dalle esposizioni sia long che short nell'allocazione ai beni di consumo primari.

*Fonte: RAM Active Investments