Commenti

12 Giugno 2019

Thomas de Saint-Seine

RAM Active Investments RAM (Lux) Systematic Funds - Long/Short Emerging Markets Equities funds Maxime Botti Partner & Senior Systematic Equity Fund Manager

Il RAM (Lux) Systematic Funds - Long/Short Emerging Market Equities Fund ha guadagnato il +1,63%* (classe I USD al netto delle commissioni) a maggio. Dopo quattro mesi consecutivi di performance positive per i mercati emergenti, il vento è cambiato bruscamente a maggio, con il riaccendersi della guerra commerciale sino-statunitense. I sorprendenti tweet del Presidente Trump, con cui ha indicato che un accordo con la Cina era lontano, ha mostrato di voler aumentare i dazi e ha accusato specifiche imprese, in particolare Huawei, hanno colto in contropiede gli operatori. I mercati hanno altresì dovuto digerire i dati sulla crescita del primo trimestre del Brasile (che prefigurano un'imminente recessione), il declassamento dell'India da parte degli Stati Uniti (che non la considerano più un'economia emergente) e l'entrata dell'Arabia Saudita nell'indice (a scapito del Sudafrica). La significativa performance positiva del nostro Fondo è in gran parte attribuibile all'efficace selezione dei titoli in tutti i segmenti di capitalizzazione, nonché all'asimmetria dei nostri motori di performance sia long che short. Nonostante la selezione di titoli value abbia dato un contributo negativo nei mercati europei e statunitensi, in quelli emergenti il risultato è stato migliore, mentre le nostre strategie Machine Learning (long e short) e Momentum (short) hanno generato notevole alfa, in quanto il mercato ha iniziato a mostrare segni di dispersione. A livello di singoli paesi, mentre le posizioni lunghe in Corea del Sud hanno penalizzato il risultato, abbiamo generato un alfa molto significativo grazie ai nostri motori short, specie nel settore ad alto beta della tecnologia. L'asimmetria del nostro Fondo è stata visibile in Cina e a Hong Kong, dove le nostre posizioni lunghe hanno perso terreno (seppur meno del mercato), mentre con quelle short siamo riusciti a individuare titoli con fondamentali e dinamiche di prezzo negativi o con una qualità degli utili inferiore, e il risultato ha più che compensato la performance della componente long. Altrove, le posizioni short in Australia hanno ulteriormente favorito la performance, al pari di quelle lunghe sull'industria e sulla finanza in Brasile.

*Fonte: RAM Active Investments