Commenti

15 Marzo 2019

Thomas de Saint-Seine

RAM Active Investments RAM (Lux) Systematic Funds - Long/Short European Equities Maxime Botti Partner & Senior Systematic Equity Fund Manager

Il RAM (Lux) Systematic Funds - Long/Short European Equities Fund ha ceduto l'1,53%* (classe I EUR al netto delle commissioni) a febbraio. Gli investitori focalizzati su fattori fondamentali come noi sono stati duramente penalizzati durante il mese, in quanto gli umori altalenanti degli investitori e la volatilità di mercato hanno gravato sulla performance. Il clima di propensione al rischio ereditato da gennaio e il dietrofront della Fed hanno continuato a sostenere in misura significativa i titoli ad alto rischio e di bassa qualità, rivelandosi controproducenti per gli investitori orientati ai fondamentali, poiché la dispersione tra titoli validi e non si è ridotta notevolmente. Le azioni ad alto beta hanno continuato a sovraperformare, mentre i segmenti Value, Momentum e Difensive hanno stentato. A livello di singole strategie, sul versante long la componente Defensive e in particolare la Value hanno segnato il passo; solo la strategia Machine Learning (ML) ha sovraperformato il mercato più ampio. La scarsa dispersione registrata a febbraio ha creato un contesto operativo difficoltoso per le nostre strategie short, che hanno nondimeno generato un alfa significativo. In particolare, le componenti Momentum e Quality hanno battuto i rispettivi mercati, mentre le perdite sono rimaste circoscritte nell'ambito della strategia Machine Learning, che ha continuato a registrare un buon andamento successivamente al lancio, avvenuto nel maggio dello scorso anno. Dal punto di vista settoriale, abbiamo accusato perdite sulle posizioni short nei beni voluttuari e nei titoli informatici ad alto beta. In questo secondo comparto, il sovrappeso sul Regno Unito e su specifiche aziende ha eroso notevolmente la performance. Il risultato è stato penalizzato anche dalle posizioni short nella finanza, il cui contributo negativo è stato tuttavia più che compensato dall'efficace selezione dei titoli sul versante long. Per contro, le posizioni nell'industria e nei beni di prima necessità hanno contribuito a generare alfa nell'ambito delle strategie long. A livello geografico, un apporto sfavorevole è giunto dalle posizioni in Germania e in Austria, con risultati negativi sui fronti long e short nel mercato austriaco. Sul versante positivo, le posizioni long nel Regno Unito e in Francia hanno generato un livello significativo di alfa, più che compensando la sottoperformance delle posizioni short in questi paesi. Rimane la domanda: quanto durerà la sottoperformance dei titoli value a bassa volatilità? Gli osservatori di mercato nutrono dubbi crescenti riguardo ai differenziali di valutazione storici tra le diverse regioni. I fondi RAM sono ben posizionati per beneficiare di una ripresa delle società che evidenziano caratteristiche di scarsa volatilità e una situazione patrimoniale solida.

*Fonte: RAM Active Investments