Commenti

9 Gennaio 2019

Thomas de Saint-Seine

RAM Active Investments RAM (Lux) Systematic Funds -Emerging Markets Equities

 

Il RAM (Lux) Systematic Funds – Emerging Markets Equities Fund ha sovraperformato il benchmark, facendo segnare un -2,52%* (classe Ip USD al netto delle commissioni) a fronte del -2,66% dell'indice MSCI Emerging Markets TRN$. A dicembre le azioni dei mercati emergenti hanno segnato il passo, frenate dai timori per la prolungata guerra commerciale tra USA e Cina prevalsi per tutto il 2018. Anche il calo dei prezzi del petrolio, l'aumento dei tassi d'interesse statunitensi e il rallentamento della crescita in Cina hanno pesato sui mercati emergenti durante il mese. L'approccio diversificato del Fondo ci ha permesso di sovraperformare il mercato con il contributo positivo di tutte le strategie. Le componenti Machine Learning (la più brillante del mese) e Defensive hanno dato i migliori risultati, mentre Momentum e Value hanno accumulato un lieve ritardo. Nel complesso il contributo principale è giunto da una valida selezione dei titoli in un mercato in deterioramento, cui si è aggiunto l'effetto favorevole dell'allocazione. Il sottopeso significativo del Fondo sulla Cina (che evidenzia una decelerazione dell'economia interna) e l'eccellente stock picking in questo mercato hanno favorito la sovraperformance. Contributi apprezzabili sono giunti anche dalla selezione dei titoli in Polonia e a Singapore. Per contro, abbiamo subito perdite in Australia, dove un effetto valutario estremamente sfavorevole ha pregiudicato la nostra performance relativa, in quanto l'AUD è sceso sui minimi degli ultimi 10 anni. Dal punto di vista settoriale, la sovraperformance ha beneficiato dell'ottima selezione dei titoli nei beni voluttuari, con un apporto positivo anche dall'industria. Il contributo peggiore è giunto dai titoli dei servizi di comunicazione (specialmente australiani e sudafricani) e dalla sottoesposizione al settore.

*Fonte: RAM Active Investments