Commenti

Settembre 2018 - Performance eterogenee per le azioni in un mese di settembre turbolento - Commenti Dei Gestori Systematic

10 Ottobre 2018

Maxime Botti

RAM Systematic Fund

European Equities

Emerging Markets Equities

Emerging Markets Core Equities

North American Equities

Global Shareholder Yield Equities

Long /Short European Equities Fund

Long/Short Emerging Markets Equities

Long/Short Global Equities 

 

Performance eterogenee per le azioni in un mese di settembre turbolento

Nel terzo trimestre le divergenze fra gli Stati Uniti e "il resto del mondo" hanno continuato a dominare la scena. Il mese di settembre è stato caratterizzato da un contesto di tassi di interesse in rialzo negli Stati Uniti, ma anche da persistenti attriti commerciali fra le due maggiori economie mondiali, che hanno di nuovo turbato i mercati emergenti. Le tensioni commerciali fra Cina e USA, già latenti nei due trimestri precedenti, si sono ulteriormente intensificate a settembre con minacce da entrambe le parti. In Europa, i mercati sono stati scossi dalle turbolenze politiche in Italia, dove i conflitti interni al governo e gli obiettivi di deficit e di bilancio per il 2019 hanno creato preoccupazione.

Le tensioni commerciali fra Stati Uniti e Cina si sono inasprite a settembre, quando i primi hanno imposto tariffe doganali su prodotti cinesi per circa 200 miliardi di dollari a partire dal 24 del mese (in aggiunta ai 50 miliardi di dazi esistenti). In tutta risposta, la Cina ha innalzato le proprie tariffe doganali su 60 miliardi di dollari di beni statunitensi, rafforzando le misure già adottate per 50 miliardi di USD. Nel frattempo, l'indice S&P 500 ha fatto segnare la performance trimestrale migliore dall'ultima frazione del 2013, con le azioni domestiche in rialzo su tutta la linea sulla scia di risultati societari più solidi del previsto, che sono stati accolti con favore dagli investitori. La Fed ha innalzato i tassi di interesse e corroborato le aspettative di un ulteriore ritocco dello stesso segno quest'anno, ribadendo che un'economia robusta probabilmente giustificherà ulteriori incrementi nel 2019. Infine, lontano dal clamore, i prezzi del petrolio sono risaliti ai massimi degli ultimi quattro anni, il che potrebbe incidere sulle prospettive di crescita mondiale creando un altro grattacapo per i mercati emergenti.

Grafico del mese: Value contro growth nei mercati emergenti

Finora nel 2018 i titoli value dei mercati emergenti hanno mostrato una migliore tenuta di quelli growth, a segnalare forse una fuga verso la sicurezza da parte degli investitori, nel contesto di tassi di interesse USA in rialzo, tensioni commerciali persistenti e conti pubblici sotto pressione in vari paesi sviluppati.

Value vs Growth in Emerging Markets

Fonte: RAM Active Investments & Bloomberg  -Nota: Ribasato a 100
(dates: 01.2018 to 09.2018)