Commenti

Rischi, valutazioni e rendimenti

14 Gennaio 2021

Gilles Pradère

RAM (Lux) Tactical Funds - Global Bond Total Return fund - Gilles Pradère Senior Fund Manager, Fixed Income

A dicembre gli asset rischiosi sono stati di nuovo i preferiti dagli investitori.

  • Le azioni hanno registrato una sovraperformance generalizzata,
  • al pari dell'high yield e del debito emergente nell'universo del reddito fisso.
  • Nonostante il clima di propensione al rischio, i rendimenti degli asset più sicuri sono rimasti relativamente stabili, consentendo anche alle obbligazioni di qualità elevata di generare risultati positivi.

La straordinaria risposta di politica fiscale e monetaria messa in campo da marzo, seguita dall'arrivo del vaccino a fine anno, ha permesso alle attività finanziarie di anticipare ampiamente la ripresa dell'economia, spingendo tatticamente le valutazioni su livelli meno interessanti a fine anno.

Con alcuni settori economici soggetti a restrizioni almeno durante tutto l'inverno, è essenziale che le politiche fiscali e monetarie continuino a fornire sostegno e che tale supporto sia mantenuto ben oltre l'inizio della ripresa. I danni arrecati ai conti pubblici e ai bilanci privati durante questa storica contrazione sono ingenti e un aumento significativo dei rendimenti potrebbe essere deleterio.

Due rischi da tenere a mente:

  • la distribuzione dei vaccini, che richiederà tempo prima che si raggiunga l'immunità di gregge,
  • e le mutazioni del virus, che potrebbero pregiudicarne l'efficacia.

Nel complesso, riteniamo che questo contesto rimarrà generalmente favorevole al reddito fisso, poiché sarà necessario continuare a somministrare la “cura” giapponese – una combinazione di tassi zero e Quantitative Easing – per sostenere la ripresa.
In chiave tattica, tuttavia, rimaniamo disciplinati e prendiamo beneficio laddove le valutazioni diventano meno appetibili.

Portafoglio Tradizionale:

  • Sostenuti da tale contesto, i titoli high yield e il debito finanziario subordinato hanno evidenziato nuovamente un buon andamento a dicembre. Dal momento che questo segmento di mercato offre ancora un certo valore e rappresenta in questa fase una quota modesta del portafoglio, continuiamo a detenerlo.
  • Le nostre esposizioni alle obbligazioni di alta qualità dei mercati sviluppati ed emergenti hanno registrato parimenti valide performance, e durante il rally abbiamo colto l'opportunità realizzare plusvalenze su alcune esposizioni high grade in USD che offrono valutazioni meno interessanti.
  • Il portafoglio tradizionale ha guadagnato il +0,45% (al lordo delle commissioni).

Portafoglio Non-Tradizionale:

  • Fortemente influenzati dall'attività delle Banche Centrali, i mercati dei tassi hanno evidenziato una scarsa volatilità durante il mese. La nostra posizione long sul decennale tedesco contro l'omologo a 30 anni è rimasta invariata. Visto il livello ridotto dei tassi in Germania, manteniamo la strategia e ci aspettiamo che tragga beneficio da una correzione.
  • Segnaliamo anche l'assenza di variazioni nella nostra posizione long sul titolo austriaco a 100 anni contro il Bund trentennale, che offre un'esposizione interessante alla convessità dei tassi tedeschi.
  • Il portafoglio non tradizionale ha registrato una performance piatta (al lordo delle commissioni).

Portafoglio Valutario:

  • Le nostre strategie su valute hanno beneficiato nuovamente della debolezza dell'USD.
  • Abbiamo realizzato plusvalenze sulla NOK, riducendo l'esposizione allo 0,75%.
  • Manteniamo le posizioni long su SEK, JPY, NOK e CAD contro USD ed EUR.
  • L'esposizione valutaria ha generato un rendimento del +0,14% (al lordo delle commissioni).

La Classe B USD di RAM (Lux) Tactical Funds – Global Bond Total Return Fund ha chiuso il mese con un risultato del +0,50% al netto delle commissioni.
La duration si è attestata a 4,5 anni, con una qualità media del credito pari ad AA.

 

*Fonte: RAM Active Investments