Commenti

13 Novembre 2020

Emmanuel Hauptmann

Il fondo RAM (Lux) Systematic Funds - Stable Climate Global Equities (Classe IP USD al netto delle commissioni*) ha realizzato una performance del -2,32% in un mercato in calo del 3,1%.

Il fondo ha sovraperformato in un mercato in ribasso, grazie soprattutto:

  • al sottopeso sui titoli tecnologici, penalizzati dai timori relativi alla pandemia, dai risultati deludenti pubblicati dalle società IT e dalle incertezze associate alle elezioni statunitensi;
  • all'eccellente selezione nel settore dei Beni di Prima Necessità, in particolare della posizione nell'impresa agroalimentare sostenibile Bunge Ltd, che ha fornito uno dei migliori apporti al risultato.
  • La sovraperformance mensile è stata favorita anche dalla valida selezione dei titoli tecnologici.
  • Sul fronte IT, uno degli apporti più consistenti è imputabile ad Alphabet.

Posizionamento:

  • i principali cambiamenti dell'asset allocation a ottobre hanno riguardato la Svizzera e l'Australia, dove abbiamo ridotto l'esposizione a favore di paesi come Svezia e Francia.
  • È a livello settoriale, tuttavia, che abbiamo operato le riallocazioni più importanti, ridimensionando decisamente l'esposizione alla Finanza e ai Servizi di Comunicazione, a favore di Industria e Beni di Consumo.
  • Il fondo resta fortemente orientato verso le migliori aziende ESG del settore sanitario statunitense.
  • Il portafoglio mantiene un rating ESG superiore a quello del mercato, con emissioni di CO2 nettamente inferiori a quelle delle azioni globali.

Infine, in linea con i nostri obiettivi di realizzare una soluzione di investimento a “zero” emissioni, abbiamo ad inizio di trimestre compensato le emissioni di CO2 residue del fondo, tramite la selezione di due progetti di energia rinnovabile in Paesi in via di Sviluppo rientranti nella definizione di CDM (Clean Development Mechanism, Meccanismo per uno sviluppo pulito).

*Fonte: RAM Active Investments