Notizie

Pradère (RAM AI): repricing sui mercati obbligazionari globali

14 Maggio 2020

Citywire Italia by Gianluca Baldini 14 maggio 2020

Gilles Pradère Senior Fund Manager
Source: RAM AI, Gilles Pradère - Senior Fund Manager


Pradere (RAM AI): repricing sui mercati obbligazionari globali "Duration molto lunghe o rischi eccessivi nell’esposizione al credito non rappresentano le uniche opzioni per gli investitori" ribadisce Gilles Pradère (in foto), Senior fund manager di RAM Active Investments.

Negli ultimi due mesi i mercati sono stati colpiti da diversi shock destabilizzanti: dalla diffusione pandemica, al crollo dei prezzi del petrolio, fino alla crisi di liquidità. Banche Centrali e Governi hanno reagito con una rapidità notevole, prevenendo una caduta libera dell’economia e aprendo nello stesso tempo nuove opportunità sul comparto obbligazionario.

“Nonostante la situazione generale abbia fatto emergere opportunità interessanti tra le obbligazioni Investment Grade, persistono timori legati all’incertezza futura e all’impatto più ampio della pandemia sulla crescita globale” ha evidenziato a Citywire, Gilles Pradère (in foto), Senior fund manager di RAM Active Investments. “Ora più che mai è importante mantenere una forte disciplina nella gestione della qualità e della liquidità in un portafoglio fixed income con l’obiettivo di preservarne il capitale partecipando al contempo ai rimbalzi futuri”.

Che tipologie di soluzione fixed income dovrebbero prevalere in un contesto volatile?
“Duration molto lunghe o rischi eccessivi nell’esposizione al credito non rappresentano le uniche opzioni per gli investitori. Un portafoglio obbligazionario tradizionale di alta qualità, gestito attivamente in termini di duration e rischio di credito, può essere integrato con ulteriori fonti di performance, come strategie di relative value su tassi, credito e valute.

Utilizzando strumenti liquidi disponibili a livello globale in modo appropriato e disciplinato, queste leve complementari possono fornire fonti di rendimento non correlate, riducendo significativamente i rischi di portafoglio. Anche nei mercati del reddito fisso la flessibilità è ormai diventata fattore imprescindibile.”

Qual è oggi la soluzione obbligazionaria proposta da RAM Active Investments?
“Oggi RAM offre un fondo globale flessibile con approccio total return - RAM Global Bond Total Return - che coniuga diversificazione, qualità e liquidità.

Il fondo mantiene infatti un elevato livello di diversificazione in termini di regioni, strategie, settori e posizioni con l’obiettivo di trarre valore da un ampio numero di strategie, riducendo così il rischio idiosincratico.

Solida qualità creditizia e liquidità rappresentano una parte fondamentale della nostra value proposition. Con un approccio agnostico e senza alcun vincolo di benchmark, la strategia ha saputo affrontare fasi di mercato differenti e sfidanti.”

Qual è l’obiettivo delle vostre strategie complementari?
“L’utilizzo di strategie di “relative value” in combinata al portafoglio obbligazionario “core”, garantisce il livello desiderato di diversificazione nel medio termine, attenuando le perdite nei periodi di forte stress e apportando rendimenti non correlati al mercato e al portafoglio tradizionale.

In un orizzonte di investimento compreso tra 3 e 5 anni, prevediamo di generare circa tre quarti della performance del fondo con le strategie tradizionali, mentre il resto verrà da strategie complementari.”

Qual è la vostra visione e come vi state muovendo nelle strategie a reddito fisso?
“Nonostante l’importante supporto monetario e fiscale, la situazione economica rimane complicata e, come affermato dal Presidente della Fed, “probabilmente ci sarà bisogno di fare di più”. Per questo continuiamo a mantenere una posizione tattica e selettiva in questo periodo di elevata volatilità.

Nelle ultime settimane abbiamo inserito in portafoglio nuove opportunità di investimento in obbligazioni societarie Investment Grade in EUR e USD, e siamo pronti a prendere profitto tatticamente su quei nomi che rimbalzano velocemente. Anche gli ultimi movimenti sono in linea con la nostra filosofia d’investimento, ossia considerare solo quelle opportunità in cui il rischio sia ben remunerato.

Riteniamo che i mercati rimarranno sotto pressione finché persisteranno i problemi sulla catena di domanda/offerta; l’incertezza rimane elevata e mantenere un portafoglio diversificato con nomi di alta qualità è per noi imprescindibile.”