Commenti

15 Maggio 2020

Thomas de Saint-Seine

RAM Active Investments  RAM (Lux) Systematic Funds - European Equities Maxime Botti Partner & Senior Systematic Equity Fund Manager

Il fondo RAM (Lux) Systematic Funds – European Equities ha guadagnato ad aprile il 9,79%* (classe Ip EUR al netto delle commissioni), mentre l'indice MSCI Europe TRN si è fermato al 6,12%. Nel mese, le azioni globali hanno realizzato la miglior performance mensile dall'aprile del 2009, spinte dal rallentamento dei decessi da Coronavirus in Italia, Francia e Spagna, nonché dalle prime misure di allentamento delle restrizioni economiche. Quella che in origine era stata percepita come una crisi sanitaria contenibile, si è presto trasformata in un grave problema di liquidità finanziaria, con le aziende costrette a richiedere supporto ai Governi locali per non essere costrette a chiudere i battenti. Ancora una volta sono state le Banche Centrali, e non i fondamentali, il motore dei significativi guadagni di aprile, con i leader dell'UE che hanno finalmente trovato un accordo sulla necessità di creare un fondo di emergenza di almeno 1.000 miliardi di Euro. La sconnessione tra il mercato azionario e l'economia in generale non potrebbe essere più evidente: mentre i listini hanno archiviato solidi guadagni, la presidente della BCE Christine Lagarde ha annunciato una contrazione dell'economia dell'area Euro vicina al 12% per quest'anno; i dati preliminari hanno evidenziato che l'attività economica si è ridotta a una velocità senza precedenti nel primo trimestre e l'inflazione ha subito un brusco rallentamento a causa dei lockdown indotti dal Coronavirus. In un contesto di forte dispersione delle valutazioni, dopo la turbolenza del mese di marzo, aprile ha visto un ritorno di interesse per i segmenti Value e Small Cap, i principali driver della nostra significativa sovraperformance.

Dal punto di vista delle strategie:

  • importanti contributi sono giunti anche dalle strategie Momentum e Machine Learning,
  • mentre quelle Defensive/Low Vol hanno segnato il passo.
  • Ha funzionato molto bene il nostro processo di selezione dei titoli, con i contributi maggiori derivanti dalle azioni Value e Momentum nei segmenti trascurati delle Small e Mid Cap.

A livello settoriale:

  • la performance ha beneficiato soprattutto dell'efficace stock-picking nel già penalizzato comparto dei beni voluttuari, nell'industria e nella finanza.

A livello geografico:

  • Regno Unito e Svezia hanno fornito i maggiori contributi relativi al risultato.

L'attuale contesto di elevata dispersione continua ad essere molto interessante per le nostre strategie; un’ulteriore ripresa dovrebbe sostenere le nostre selezioni tra i titoli Value e Small/Mid Cap dopo anni di sottoperformance, mentre un ulteriore ribasso dovrebbe favorire la sovraperformance delle nostre strategie Momentum e Low-Risk, che hanno un posizionamento più difensivo.

*Fonte: RAM Active Investments