Commenti

9 Aprile 2020

Thomas de Saint-Seine

Il fondo RAM (Lux) Systematic Funds - Global Sustainable Income Equities Fund ha chiuso marzo in calo del 17,36%* (classe Ip USD al netto delle commissioni).
Con il diffondersi della pandemia da Coronavirus, i mercati azionari globali hanno perso molto terreno.
I timori relativi alle conseguenze di breve, medio e lungo termine per l'economia mondiale sono aumentati considerevolmente:

  • gli indicatori macroeconomici sono in caduta libera
  • il VIX ha registrato i livelli più alti di sempre.

Mentre le autorità si affannavano per cercare di contrastare l'aumento dei contagi, la Fed ha annunciato un QE illimitato e ampliato la gamma di strumenti idonei.
In aggiunta, il Congresso ha approvato un pacchetto fiscale da USD 2.200 miliardi per contribuire a compensare i danni finanziari subiti da imprese e consumatori.
Le richieste iniziali di sussidi di disoccupazione sono balzate a 3,3 milioni, battendo il precedente record di 695.000 del 1982, mentre gli indici PMI flash di marzo negli Stati Uniti, in Giappone e nell'eurozona sono scivolati su livelli che segnalano una profonda contrazione: stiamo vivendo una crisi senza precedenti.
La performance mensile non ha potuto che risentire del contesto e dell'approccio all cap del Fondo, unito alla sua esposizione ai titoli value.

A livello di risultati e posizionamento:

  • i titoli Value ci hanno fortemente penalizzati nel mese in esame, soprattutto negli Stati Uniti dove i settori a beta più elevato hanno inciso alquanto negativamente.
  • Abbiamo subito perdite in Italia, Svizzera e Canada.
  • Di contro, abbiamo generato alfa grazie ai sovrappesi sul Giappone e sulla Corea del Sud.
  • A livello settoriale, utilities, beni di consumo voluttuari e finanza hanno tutti inciso negativamente sul risultato.

*Fonte: RAM Active Investments